Barolo Cannubi Boschis 1996 Sandrone

6 years ago by in Degustazioni Tagged: , , , , , , , , , ,

Erano 10 anni che la conservavo in cantina e tante volte mi sono sentito tentato di prenderla, portarla a casa ed aprirla per togliermi la curiosità e scoprirne i suoi segreti.. ma ieri mi sono deciso ed ho finalmente aperto la mia bottiglia di Barolo Cannubi Boschis 1996 di Sandrone.

Alla vista del bicchiere dimostra un colore granato con qualche accenno aranciato sul bordo. Il suo aspetto è leggermente velato da un deposito che intravedo sul fondo del bicchiere anche se lo ritengo perfettamente in linea con i suoi 16 anni.

Il primo impatto al naso mi colpisce per la sua pulizia ed i suoi profumi, fin da subito di grandissima complessità.

Appena versato sento delle note terrose, di bosco umido, di cioccolato, di prugna secca e cardamomo essere predominanti e molto intense ma intuisco che un fuoriclasse come questo non si concederà così facilmente e nemmeno tanto in fretta. Credo che in un certo senso si voglia vendicare per la lunga attesa alla quale l’ho costretto in quella cassa di legno chiuso al fresco della mia cantina al ristorante.
Ecco allora che decido di lasciarlo nel bicchiere e dargli tempo per riprendere confidenza con l’ossigeno e tutta questa mia attesa viene ampiamente ripagata..  diventa notevolmente più dolce, sento i petali di rosa e di viola essiccati, note di chinotto e kumquat candito, di liquirizia ed anice, sensazioni di tabacco, di affumicato ed una sfumatura piacevole di coriandolo sul finale.

Il sorso è davvero intenso e lungo, il tannino è bello vivo e dalla grana finissima che lascia poi spazio ad con una freschezza gustativa finale che mi fa immaginare questo vino proiettato nel tempo per almeno altri 20/25 anni.
Lo assaggio lentamente, a piccoli sorsi, cerco di capirne ogni sfaccettatura e questo non fa altro che rimarcarmi la grandezza di questa bottiglia che, particolare non da poco, presentava un tappo perfetto al momento della stappatura. La beva è davvero appagante, invitante, quasi troppo direi..  è meglio ritappare la bottiglia e lasciare il resto al giorno successivo ma lo faccio con un bel pò di fatica!!

Devo fare fino in fondo il mio dovere quindi giudico il vino con un punteggio. Alto. In una degustazione gli darei 93/94 punti.

E quindi finiscono le mie note positive.

Come vedete dalla foto che ho allegato in questo post durante la degustazione ho rotto il mio bicchiere preferito, quello delle grandi occasioni,  una cosa simile al vestito della festa che si metteva la domenica per andare a messa, ma questo non mi ha certo spaventato ed ho continuato ad assaggiare il vino lo stesso!!

Vabbeh.. ne ho altri in cantina ma il piacere di un grande vino diventa impagabile quando a completarne l’assaggio è un bicchiere altrettanto grande. Ne trarrò spunto per parlarne in un post specifico.

The author didnt add any Information to his profile yet

4 Responses to “Barolo Cannubi Boschis 1996 Sandrone”


ItaliaIoCiSono
27 Novembre 2012 Rispondi

Grande descrizione! Un vino importante allora!

robertoanesi
27 Novembre 2012 Rispondi

Sicuramente!!
Poi non è mai facile riuscire a resistere a queste bottiglia in cantina e lasciare loro il tempo di maturare quei 10/11 anni che ti permettano di trovarle in uno stato di apprezzabilità migliore rispetto alla messa in commercio!!
Questo è un vino che ha davanti ancora 25/30 anni di gioie!!

massimiliano
4 Gennaio 2013 Rispondi

ho un barolo coste di rose 1996, sai dirmi se è il caso di aprirlo o magari aspetto un altro annetto?

robertoanesi
4 Gennaio 2013 Rispondi

L’annata 1996 è una grande annata per il Barolo ma non so quanto sia sempre giusto aspettare ed aspettare…. il mio consiglio??? se hai voglia di aprirla aprila e basta!!! E’ il modo migliore per godersi le bottiglie!!!

Leave a Comment


venti − tredici =