Il piacere di un ottimo abbinamento!

6 years ago by in Degustazioni, La cucina... sapori e colori Tagged: , , , , , ,

IMG_5550Un ottimo abbinamento crea armonia e piacere al palato ma sa anche regalare emozioni molto più profonde che toccano in qualche modo anche chi non sa propriamente coglierle in pieno; l’ospite più esperto ma anche quello meno educato a catturarne i suoi aspetti e le sue sfumature.. e questo è proprio il caso di un piatto che ci ha dato parecchie soddisfazioni qui a El Paèl e ci ha fatto ricevere tantissimi complimenti da parte dei clienti durante quest’estate. Parlo del Raviolo in pasta di Schuttelbrot con ricotta ed erba cipollina servito con ricotta affumicata, speck e briciole di pane, ricetta di un famoso chef altoatesino.

Quanto lavoro per un piatto! La preparazione dell’impasto fatto con lo Schuttelbrot non è semplice perchè la farina di pane tende ad assorbire molto l’acqua e va lavorata, oltre che dover essere consumata, in tempi molto brevi. Questo ci ha obbligato a preparare praticamente ogni mattina, se non addirittura anche prima della sera, parecchie decine di porzioni ogni giorno che finivamo poi regolarmente prima della fine del servizio.

Aromaticità e consistenze: Il piatto ha un’aromaticità carattieristica data dalle note di affumicatura della ricotta e dello speck, una consistenza particolare che gioca sul contrasto del ripieno cremoso alla ricotta ed erba cipollina con le briciole di Schuttelbrot croccanti, non presenta untuosità particolari ed 1013131_10201559128168191_861083986_nha una persistenza gusto olfattiva percettibile. Per l’abbinamento in questione ho scelto un vino che presentasse delle caratteristiche simili e che andasse ad equilibrare le sensazioni che il piatto regala. Ho optato, ricevendo i pareri favorevoli di tantissimi clienti, su di un vino relativamente nuovo di uno dei grandi produttori del Trentino “dei piccoli”, anzi, dei piccolissimi. Il Riflesso Rosi è l’ultimo vino nato in casa di Eugenio Rosi, viticoltore artigiano (lui stesso ama definirsi così) che produce vino in quel di Volano. Nella sua veste color rosa ciliegia intenso non lascia certo intravedere subito quelle doti che poi rivela in pieno nel bicchiere. Base Cabernet e Merlot è prodotto con una vinificazione in rosa di circa due giorni (quasi una macerazione in rosso breve, dice Eugenio), successivamente durante la fermentazione vengono aggiunte le vinacce del vino bianco che Rosi produce con un duplice intento: quello di riassorbire parte del colore e delle componenti più instabili e quella di fissare il colore attraverso l’apporto di tannini provenienti dai vinaccioli delle uve bianche aggiunte. Il risultato è quello di ottenere un vino che io descrivo come un rosso travestito da bianco, un vino che abbina il corpo alla bevibilità, una sensazione tannica appena accennata ad una piacevole freschezza. Al naso ricorda i piccoli frutti e delle note vagamente erbacee, con l’ossigenazione si fa via via più complesso esprimendo ricordi di pesca ed albicocca. Beva facilissima e piacevole non è sicuramente il vino che colpisce con un impatto immediato ma si offre lentamente, quasi timidamente.

L’abbinamento è basato su una precisa tecnica ma il bello è andare oltre raccontando storie, passione e gusti… vi aspettiamo!!

 

Alcune fasi della preparazione del raviolo!

IMG_5509Si stende la pasta per preparare il Raviolo

IMG_5379Ravioli pronti per il servizio!

IMG_5533Dettaglio della pasta..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

The author didnt add any Information to his profile yet

3 Responses to “Il piacere di un ottimo abbinamento!”


Paola (@polly674)
4 Settembre 2013 Rispondi

Sono rapita dal colore del vino. Favoloso!

Roberto Anesi
4 Settembre 2013 Rispondi

Si… bellissimo il colore ma dovresti davvero provare il vino!!

[…] sa osare ma lo fa sempre con un’incredibile cognizione di causa. Ne ho parlato in maniera molto più approfondita in questo post ma torno a ripetermi dicendo che questo vino mi stupisce sempre: è un pò Doctor Jeckyll ed un pò […]

Leave a Comment


4 × uno =