In visita a Chateau d’Yquem!!

6 years ago by in Degustazioni, Master of Wine study Program, Racconti di viaggi per cantine, bottiglie e persone... Tagged: , , , ,

IMG_5988La sognavo da tantissimo tempo: Credo che la visita a Chateau d’Yquem sia una di quelle cose che tutti noi enoappassionati abbiamo nella nostra “to do list” personale tra le 5 esperienze da fare almeno una volta nella vita e grazie al viaggio studio dell’Istituto Master of Wine della settimana scorsa per me questo giorno è finalmente arrivato!!

Un mito. Avvicinandosi in pullman si intravede da lontano la costruzione circondata da vigne bassissime piantate con densità impressionanti di almeno 10.000 ceppi per ettaro in quello che è il punto pià alto della zona di Sauternes (80 mt. :-D).
IMG_3290102 ettari di vigna che negli anni hanno prodotto qualcosa come 8 ettolitri/ha in media di dolce ed elegantissimo nettare dorato fanno immediatamente capire quale sia la cura maniacale nel selezionare il prodotto in tempo di vendemmia. Qui ognuna delle 50 dipendenti lavoratrici, generalmente donna, ha in carico qualcosa come 25.000 vigne da curare e custodire durante tutto il ciclo annuale per permettere loro di produrre il migliore Semillon ed il migliore Sauvignon che andranno a comporre il blend nella misura dell’80% del primo e del 20% del secondo.

Qui non di producono rese prestabilite. Sarà solo l’annata ed il suo alternarsi di fredde mattinate nebbiose con i soleggiati pomeriggi a creare quelle condizioni uniche per permettere alla muffa nobile di svilupparsi nell’acino rendendolo inservibile ai nostri occhi ma non a quelli dei 150 esperti vendemmiatori di Yquem che acino dopo acino, passaggio dopo passaggio, li raccoglieranno solo una volta raggiunto quel preciso stadio di attacco della botrite per poi portarli in cantina pronti per essere vinificati. L’alternanza di condizioni climatiche permetterà di produrre dalle 20.000 alle 120.000 IMG_6005bottiglie all’anno… alla faccia mi viene da dire!!

La degustazione: Al termine della nostra visita ci è stata proposta la degustazione di Chateau d’Yquem 2006. Dal bellissimo e pallido colore giallo dorato brillante il vino scivola denso e luminoso nel bicchiere e si svela al naso con incredibile note di fine ed intrigante complessita: mango, papaya, bacello di vaniglia, zafferano, radice di zenzero, miele, leggere note tostate sono solo alcuni dei riconoscimenti che sono riuscito a cogliere prima di cedere alla tentazione di assaggiarne subito una goccia. In bocca il vino è dolce, equilibrato da piacevole e decisa freschezza e dopo la deglutizione lascia una lunga scia che riporta verso note di frutta a polpa gialla e spezie. Ben 122 grammi di residuo zuccherino perfettamente equilibrati rendono questo vino straordinario per abbinamenti tradizionali a formaggi e foie gras ma anche a quelli più fantasiosi come l’aragosta con polpa di mango propostaci dalla nostra guida… e come non darle ragione!!!

Non credIMG_3289o che ci sia da aggiungere altro sull’emozione di questa visita per tutti noi… finalmente posso spuntare questo nome dalla mia famosa lista!

The author didnt add any Information to his profile yet

3 Responses to “In visita a Chateau d’Yquem!!”


Bravo Roberto. Un giorno, non lontano, questo respiro diverrà sorso. Piccoli sorsi di vita. 🙂

[…] appena tornato dal viaggio da Bordeaux (del quale trovate un post qui e uno qui ma anche altri precedenti) che subito scatta la possibilità per assaggiarne ancora […]

[…] viaggio a Bordeaux è iniziato come meglio non avrei potuto desiderare. Dopo la prima grande visita di cui potete leggere qui la prima giornata l’abbiamo conclusa in visita ad uno dei più prestigiosi produttori nel […]

Leave a Comment


quattro × cinque =