Miglior sommelier d’Italia 2017!

1 month ago by in Curiosità & News, Val di Fassa Tagged: , , , , , , , , , ,

020_Ilracconto-37Torno sul blog dopo tanto tempo con una bellissima notizia: a fine ottobre durante il Congresso di Taormina ho vinto il Concorso per il Miglior Sommelier d’Italia 2017! Un grande risultato personale che arriva dopo 25 anni di lavoro in sala al ristorante e 20 anni di Ais ma anche un risultato importante per il Trentino e per la mia Associazione dove, per la prima volta in assoluto, porto con grande soddisfazione questa fascia tricolore.

039_RobertoAnesi.JPG

Sono stati mesi molto impegnativi quelli che mi hanno portato al 51°Congresso Ais di Taormina ed anche per questo motivo ho avuto pochissimo tempo da dedicare al Diariodivino. Ho iniziato a studiare a febbraio nei ritagli di tempo ed ho via via intensificato il tempo dedicato allo studio con il passare dei giorni, a maggio in maniera più assidua e da luglio, infine, tutte le mattine alzandomi prestissimo prima che il lavoro a El Paèl prendesse il via quotidiano. Ma mi sentivo forte, molto forte. Mi sentivo forte nella volontà, nello spirito di sacrificio e nella voglia di arrivare ad un risultato. Del resto i sogni sono fatti di tanto duro lavoro. Sono arrivato in Sicilia tranquillo di avere fatto tutto quello che era nelle mie possibilità e quindi ero già felice di questo.

DSC_5118

A Taormina ovviamente non è stato facile.

Tra i 17 finalisti c’erano alcuni concorrenti alla loro prima esperienza ma anche tanti esperti, navigati e preparatissimi colleghi pronti a dare il meglio per coronare un sogno. Le prove scritte sono state difficili; domande sul mondo del vino ma non solo, abbinamenti, la temutissima relazione e le degustazioni alla cieca. Ne sono uscito con il secondo punteggio assoluto, cosa che mi ha permesso di affrontare il play off (formula nuova e riuscitissima che ha tenuto la tensione ed il livello di spettacolartià ai massimi livelli dall’inizio alla fine) contro il mio amico (e compagno di concorsi ai tempi che furono) Carlo Pagano. Una volta arrivato in finale trovo l’esperto Massimo Tortora pronto a non regalarmi nemmeno un centimetro. Me la devo guadagnare fino in fondo. La prova scorre velocissima, il tempo sembra correre ed io sono concentrato, determinato ma anche molto, molto teso. Allo scoccare del 13esimo minuto che segna la fine della mia prova finale succede una cosa che non mi aspettavo: tutto il pubblico scoppia in un applauso incredibile e tra la gente scorgo gli occhi di un amico e già Miglior Sommelier d’Italia 2010, Nicola Bonera, che mi fa segno con la testa che la mia prova era di alto livello. Tutto il resto non so nemmeno da dove iniziare a raccontarvelo ma forse sarebbe troppo lungo: la proclamazione da parte del Presidente Antonello Maietta, Maurizio Filippi  il campione uscente che mi passa mette al collo il testevin tricolore, Sabrina che commossa mi saluta e poi la mia famiglia che si mi stringe in un abbraccio fortissimo. E poi le foto, le interviste, i colleghi di Ais Trentino che in sala hanno sempre fatto un tifo sfrenato per me.

DSC_5094

In questi casi le dediche sono di rito ma non amo molto renderle pubbliche, le persone alla quali dovevo un grazie le ho contattate direttamente e qui voglio solo ricordare la mia famiglia, che spesso sacrifica anche del tempo proprio per seguire o assecondare i miei impegni!

Mi prometto di tenervi molto più aggiornati con le novità nei prossimi mesi, a presto!

Photo credits: Antonio Cossu ed Antonio Furesi che ringrazio sentitamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment


4 × 4 =